Mela rosa dei Monti Sibillini

Ingrediente a sostegno della biodiversità, intesa come l’attività di preservare varietà agro-alimentari legate ad un tipico territorio dalla loro estinzione causata dal massiccio utilizzo dei processi industriali, che impongono prodotti più richiesti dal mercato a discapito della biodiversità, e favorirne quindi la loro ri-coltivazione.

Ricco di molti principi attivi, fra cui importanti pectine, molte vitamine (in particolare A, B, C, E), il betacarotene, la niazina, i fluoruri, il ferro e gli acidi citrico e malico, che svolgono una fondamentale azione cellulo-protettiva. Ha un’azione rassodante ed anti-age. Le mele rosa sono un’antica popolazione coltivata da sempre nelle Marche, in particolare tra i 450 e i 900 metri di altitudine: dalle aree pedecollinari fino alle valli appenniniche e ai versanti dei Monti Sibillini. Un tempo le mele rosa erano preziose e ricercate soprattutto per la loro serbevolezza: raccolte nella prima decade di ottobre, infatti, si conservano perfettamente fino ad aprile.

Visualizzazione di tutti i 3 risultati

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi